La luce e il buio intorno

Tutte le cose che la poesia sa.

È come sporgersi di fronte un abisso con gli occhi chiusi, tutto il peso del mondo sulla schiena un equilibrio sconosciuto trascinato piano e pieghi tutto, pezzo per pezzo dentro ogni riga dentro le ossa fin dove nasce quel taglio che a rileggerlo apre una finestra sul muro.
Ci vuole di più per scavare, cercare ogni millimetro che ti inaridisce, non basta lasciare cadere parole, è una luce nella notte e tu guardi il buio che le preme intorno, c’è ancora un filtro c’è ancora una condizione che non ti spoglia c’è una preghiera che ha un senso solo, una linea di fumo trasparente a dividerti la precisione del silenzio quando ha da tempo lo stesso nome.

©LaScrittoressa

(Paragrafi)

[Appunti del non viaggio]

Rispondi