Pane con cipolle rosse di tropea – variante al rosmarino –

 

Mi guardo le mani adesso, dopo l’impasto
tante piccole parti rimaste addosso da tirare via.
l’acqua scricchiolava oggi nella farina bianca
è caldo
questa estate ha una scrittura che non so.
mi scarnifica la parola scelta mi ricorda
che sono rimasta poca cosa, qualche riga
scritta male e a capo, ogni volta
mi fermo per averla, in prestito,
respirando come dicevi tu e
mentre esce l’aria, ho la mano tra i capelli.
.
.
©LaScrittoressa

Rispondi