Dalet 2 (secondo ciclo, scrittura ebraica)

 

Dalet 2 (un anno dopo)

.

Pure il silenzio adesso si è alterato. Non è più ottobre

e la schiena è sempre dolorante. Di tutta la curvatura

quella della montagna è l’unica a rimanere intatta,

controluce finge un’estate che non sa. Tutto si restringe

in fondo, quali parole posso cambiare alla fine?

Di diverso c’è soltanto una consapevolezza dell’odio,

mascherato e rifinito di scuse buone, di passi lontani,

sguardi sbiechi di disapprovazione. Imparo senza esempio adesso,

i possibili salti verso un giorno ipotetico del giudizio universale

la fine della voce, una reazione di speranza che schiarisce

una tavolozza scura, senza crederci forse nemmeno io.

.

#alfabetoebraico2 2022

.

Rispondi