L’ottobre di adesso

 

Anche qui, l’altra voce.
Ed è il periodo peggiore perché tutto fa silenzio, poi, sì il rosso, l’autunno caldo e ottobre, come sempre, all’interno di una strada lunga, troppo distante dall’acqua.
In sospensione  – ed un gancio al centro del petto  – per restare, senza scomparire del tutto.
.
[appunti del non viaggio]
.

Rispondi