Marina

 

Il rimbalzo delle cose ormai mi ruota attorno.
Esco dal buio per riportarmi a casa e le parole, quelle sono la riconquista, mi abita adesso una voce sola, densa.
So che la distanza giusta è questa, l’eco delle mie ossessioni non ritorna, qui mi specchio senza il rovescio dello scarto; lascia stare mi dici e come un sasso, quando affonda, le guardo sprofondare.
La sopravvivenza è una palude, e tu mi insegni il passo, il piede giusto e attento, l’eleganza di proseguire sopra tutti questi cocci.
.

Rispondi