Samekh (quindicesima lettera)

 

La colla la maniglia –
l’appiglio – la risposta
quando sta nel cerchio.
.
Ho imparato il giro, i millimetri sono spazio stretto
il collante non può reggere tutto il peso e allora
mi faccio silenzio, non so se riesco ad essere maniglia.
La risposta nel cerchio è tempo interrotto, strappato
dal muro, pareti intere d’indifferenza da trapassare
intanto che mi bussa il mondo, combatto
battaglie
cieche e sulla soglia non mi sporgo, aspetto, ripeto.
Rimango aggrappata alla notte, spesso, la mano stretta
a pugno, solo una feritoia consentita per la luce
il sogno rimasto addossato alla fatica, ancora,
senza direzione senza cucitura, i pezzi mancanti
da ristabilire. Mi tengo scritta per non cedere eppure.
Ogni giorno
Mi rialzo.
.
#alfabetoebraico

Rispondi