Ottobre

 

Ci si divide sempre a metà.
Poi in un momento, che non  sai di preciso quale, cadi, e devi aspettare la stagione successiva, ma adesso le stagioni non sono più come prima, quindi aspetti soltanto po’ più tempo  un po’ più di caldo   un po’ più di sole un po’ più di tempo un po’ più di te che hai perso nei giorni e cerchi di rimontarti, con tutte le sbeccature che può avere un coccio rotto ma in piedi perfettamente.

[©LaScrittoressa]

Mostra fotografica Tolentino (MC)

Questa mostra nasce per dare voce e luce ad un luogo rimasto solo, un passaggio oscurato dopo il 30 ottobre per la messa in sicurezza tutt’intorno al palazzo Filelfo.
Un vicolo stretto, una palizzata in legno, la cartoleria di Franco, qui le immagini che lasceremo per voi, i racconti di ognuno, di vite che proseguono, che sono cambiate o che si sono reinventate.

Vi aspettiamo.
Tolentino
Via dei Vasari 2
Dal 5 settembre fino quando resiste.

Dalle ore 9 alle 20 – ogni giorno.

 

Il punto della sera

 

C’è un punto lì nella sera in cui, certe volte, l’aria passa quasi come un rimprovero, dopo il tuono, la pioggia, che fraziona l’estate – una metà d’agosto – un quarto di voce che non chiede, quella forma perfetta che s’allunga.

Lanci le parole come sassi, dal punto più in alto verso il centro, s’incastrano sicuramente  tra le case della città sommersa e ti chiedi quanto lunghi potrebbero essere i giorni fino all’anno dopo.

Una sacca troppo piena, quel trascinarle con fatica e poi, tutte parentesi aperte, paragrafi sgrammaticati lasciati come barchette di carta alla deriva.

Ti giri e torni, dove hai imparato che l’aria è anche verde, bianca, non solo azzurra. Dove alla fine hai visto che sembra più tuo ciò che non era e meno, ciò che in fondo, è sempre stato.

(Paragrafi)